mercoledì 15 agosto 2012

I ROSACROCE.


I Rosacroce sono un’organizzazione che tiene le fila del potere da secoli e che costituisce al tempo stesso uno dei misteri maggiori dell’umanità.
Essi hanno un piano di riforma universale, politica, religiosa ed artistica il cui fine è il miglioramento del mondo intero.
La loro sapienza si rifà alla tradizione Cristiana ma anche alla Cabala, all’alchimia, ai Tarocchi e alle dottrine orientali induiste e buddiste.
Nel corso dei secoli molti sono stati i dibattiti sull’ esistenza o meno dei Rosacroce anche perché essi non si manifestano mai all’ esterno. La verità è che i Rosacroce esistono e quando uno conosce un po’ i simboli e la storia di questa associazione li riconosce immediatamente, specie perché alcuni rosacrociani lasciano dietro di sé tracce di ogni tipo.
Come associazione esoterica e segreta i Rosacroce nascono probabilmente attorno al 1200. Taluni la fanno risalire a Raimondo IV conte di Tolosa.
Esiste un legame intenso tra Rosacroce e Templari. Difficile dire se si tratti di due organizzazioni totalmente distinte che poi hanno fuso il loro sapere nei secoli successivi oppure esistessero elementi comuni già nel 1200.
Furono i Rosacroce e i Templari a fondare la massoneria ufficiale nel 1717, in modo da creare un’organizzazione complessa, ramificata in tutto il mondo, di cui la massoneria costituisca la base, mentre i Rosacroce costituiscono i vertici.
Essi comunicano per mezzo di simboli. Se viene ucciso Haider, ad esempio, non c’è bisogno di comunicare ufficialmente lo stop alle indagini; riconoscendo i simboli rosacrociani nel nome della strada in cui Haider è morto (Rosenthalerstrasse) nonché in altri particolari la matrice del delitto viene recepita da americani, tedeschi, spagnoli o italiani e chiunque appartenga all’organizzazione sa come comportarsi anche se non gli viene detto esplicitamente: i verbali spariranno, le indagini verranno inquinate, i giudici che eventualmente verranno investiti del caso leggeranno nella vicenda un normale incidente stradale. Un Rosacroce non ha bisogno di parole per riconoscere i simboli rosacrociani nei delitti del Mostro di Firenze.
Curano veramente gli ammalati sia i Rosacroce tradizionali sia le deviazioni come la Rosa Rossa. Basti pensare che i feticci umani del mostro di Firenze servivano per preparati curativi da somministrare agli aderenti all’ organizzazione che ne facevano richiesta.
Chiunque fosse un vero Rosacroce, uno di quelli che sta al potere oggi, non potrebbe mai ammettere che i Rosacroce esistono come movimento organizzato e mondialista. In realtà l’ antico piano di riforma generale del mondo intero si manifesta oggi nel progetto massonico del Nuovo Ordine Mondiale, cioè il piano di far transitare  tutte le nazioni occidentali verso un mondo in cui gli stati deleghino i loro poteri a delle istituzioni centrali che governeranno il mondo intero.
Nei secoli passati l’ opera dei Rosacroce è stata positiva poiché solo grazie ad essi la ricerca scientifica e alchemica poté proseguire senza la persecuzione dei Papi e degli Imperatori. Sono i ricercatori massonici, Rosacrociani e Templari, che hanno portato novità importanti come l’ introduzione del Buddismo in Europa e che hanno intrapreso nuove vie di conoscenza.
Per sfuggire alle persecuzioni papali e imperiali quindi i Rosacroce e i Templari dovettero operare in segreto ma sempre con questi due propositi:
1) distruggere la Chiesa Cattolica
2) distruggere e rovesciare gli Imperi
A quel tempo combattere la Chiesa equivaleva a combattere l’ oscurantismo e la violenza di questa istituzione e portare nuove idee e nuove filosofie che altrimenti la Chiesa avrebbe ostacolato. Mentre rovesciare gli Imperi significava instaurare una forma di stato più democratica. In realtà è probabile che molti Rosacroce non avessero la volontà di demolire la Chiesa in sé quanto una volontà di riforma per aprire il cristianesimo a studi e idee nuove che potessero arricchire l’ umanità.
Tuttavia è ovvio che il rosacrocianesimo, come movimento mondialista anticattolico, ha potuto accogliere sotto le sue ali sia movimenti e idee positivi come il buddismo sia movimenti satanisti o praticanti un esoterismo nero come l’ attuale ordine della Rosa Rossa.
A un certo punto la massoneria, resasi conto che non poteva vincere in un attacco frontale con la Chiesa, decise per la strategia più ovvia. Corrompere la Chiesa dall’ interno affiliando alla massoneria Vescovi, Cardinali e Papi. In tal senso il coronamento del sogno massonico è stata l’ opera di Paolo VI che abolì la scomunica ai massoni, quella scomunica che nei secoli precedenti i Papi avevano sempre ribadito nelle varie encicliche.
L’ opera della massoneria è proseguita parallelamente anche per distruggere le sovranità nazionali. Ma abbattute le monarchie l’ opera era solo all’ inizio. Occorreva realizzare quella comunità mondiale che era nel progetto Rosacrociano. Quindi occorreva transitare gli stati europei verso l’ Unione Europea che doveva essere realizzata principalmente con questi strumenti:
1) la centralizzazione degli stati creando l’ attuale Unione Europea
2) l’ instaurazione di governi bipolari
3) tre guerre mondiali che avrebbero portato progressivamente ad un “ Nuovo Ordine Mondiale “  Vediamo in dettaglio perché.
Il motivo della creazione dell’ Unione Europea è ovvio. Accentrando tutti i poteri dei vari stati in un organismo unico è più facile controllare la situazione. Contemporaneamente si rafforzeranno l’ ONU e tutti gli organismi sovranazionali, così lontani dalle esigenze del cittadino, ma così vicini all’ idea di Comenio, teologo e filosofo Rosacrociano che già nel 1600 auspicava un “ Nuovo Ordine Mondiale “.
L’ instaurazione di forme di governo bipolari rende più facilmente controllabili i vertici. Se in uno stato esistono venti partiti è più difficile controllarli tutti ed è alto il rischio che a seguito delle elezioni possa vincere un partito pulito. Con una forma di governo bipolare invece controllando i due leader degli schieramenti si controlla tutto. Non a caso il bipolarismo era nel progetto politico della P2. Questo risultato in Italia è stato raggiunto mediante la cosiddetta strategia della tensione.
E’ facile osservare come la maggior parte del piano è realizzata. Il bipolarismo è stato introdotto nella maggior parte degli stati. L’ Europa assomiglia sempre più ad uno stato federale. Due guerre mondiali sono già state combattute mentre la terza viene alimentata continuamente dalla politica di odio e di intolleranza del mondo occidentale nei confronti del mondo arabo.
Il “ Nuovo Ordine Mondiale “ sarà uno strumento che consentirà alla massoneria di tenere in pugno gli stati e i governanti. E una delle mosse più geniali della massoneria templare e rosacrociana è quella di aver creato una marea di società segrete diverse, tutte collegate tra loro al vertice. Questo permette questo risultato: che se qualcuno come noi prova a parlare di massoneria e nuovo ordine mondiale immediatamente insorgono alcune persone, spesso anche dotate di una cultura infinita, che cominciano a fare distinzioni, dissertazioni storiche, precisazioni, sottili distinzioni tra una massoneria e l’ altra per confutare e bollare come frutto di fantasia il fine mondialista della massoneria rosacrociana.
Gli antichi rosacroce avevano probabilmente realmente l’intenzione di riformare il mondo. Il problema è che i Rosacroce attuali sono una deviazione degli antichi Rosacroce nel senso che ne hanno utilizzato le conoscenze per piegarle a fini per niente benefici. Non a caso l’organizzazione massonica WWF ha detto di recente che la popolazione del pianeta è in sovrannumero e si dovrebbe ridurre di un terzo. E questo terzo verrà preso dai paesi del terzo mondo o dai paesi arabi ovviamente.
Inoltre chi accede al sapere Rosacrociano per arrivare al potere politico e finanziario tiene per sé questo sapere tenendo le masse nell’ignoranza; probabilmente molti dei potenti, in un delirio di onnipotenza, pensano realmente che il sacrificio di qualche milione di persone in una guerra come il sacrificio di poche decine di persone in riti sacrificali umani siano nulla rispetto al loro progetto.
Se l’elettore sapesse che il suo politico preferito accetta che i delitti del mostro di Firenze rimangano impuniti, se sapesse che i testimoni di processi apparentemente di banale criminalità seriale come quelli del mostro di Firenze sono stati ammazzati in nome della causa Rosacrociana, se capisse che i delitti di Cogne, Erba, Garlasco, Serena Mollicone, Meredith Kercher sono esclusivamente sacrifici umani e che i giornali e le Tv ci prendono quotidianamente in giro la coscienza si sveglierebbe.
Ma come fanno a tenere le masse nell’ ignoranza e le coscienze addormentate ? Il movimento Rosacrociano è un movimento sostanzialmente anticristiano e anticattolico ma utilizza lo stesso linguaggio dei Cristiani con un senso completamente contrario. In tal modo chi cerca di smascherare questo sistema si trova di fronte a un ostacolo imprevisto e spesso insormontabile: che i più strenui difensori delle ideologie anticristiane sono i cristiani stessi e le vittime della prepotenza e dell’ arroganza finiscono per dare inconsapevolmente legittimazione ai loro persecutori.