mercoledì 15 agosto 2012

LA NUOVA RELIGIONE.


I teosofi collocano alla guida delle vicende umane un vero pantheon con una propria gerarchia, un proprio piano sull’ umanità, una propria presenza in mezzo agli uomini, i quali devono a questo mondo superiore una fede totale. In cambio dei loro sacrifici la novella fede promette che il loro karma, la sommatoria delle azioni buone e cattive compiute durante la vita da un individuo, né guadagnerà influenzando positivamente la successiva rinascita dopo la morte in modo che il nuovo essere vivrà la nuova vita più libero dalle catene e dai legami di bene e di male. Il Cristo, di cui i teosofi attendono il ritorno, se l’ è cavata con circa duecento rinascite anche se pare debba compiere ancora parecchia strada per perfezionarsi ulteriormente. Ma in realtà il Cristo atteso dai teosofi è Lucifero. Egli introdurrà l’ umanità nella nuova età veniente strappando finalmente gli uomini dalla schiavitù del Demiurgo Gnostico, il Dio cattivo che li ha calati nella materia e gode nel farli soffrire, il Dio dei cristiani che ha tormentato l’ umanità per duemila anni con la sua legge esigente e le sue minacce di dannazione eterna a coloro che la trasgrediscono. Secondo i teosofi l’ umanità, sotto l’ influsso del Sole che esce dalla costellazione dei Pesci ed entra in quella dell’ Acquario, dovrà per il suo bene e per rispettare la sintonia del cosmo di cui è parte abbandonare tutto ciò che fu peculiare dell’ era cristiana e farsi iniziare alla nuova verità dell’ era dell’ Acquario. La sparizione del cristianesimo, la fede nell’ umanità, il futuro radioso che ci attende saranno il risultato dell’ affluire di energie sul nostro pianeta in diretta connessione alle fasi del ciclo. Queste energie sarebbero concentrate in un luogo noto solo agli iniziati, chiamato Shamballa, e scorrerebbero sulla terra ciclicamente o su richiesta di maghi chiamati maestri di saggezza. Inoltre innumerevoli esseri super-umani vegliano e sovrintendono alla realizzazione del piano che prevede:
- una nuova religione
- una nuova istruzione pubblica planetaria
- un governo mondiale
“ Il piano di Dio è consacrato alla unificazione di ogni razza, religione e credo. Questo piano, consacrato al nuovo ordine di cose, è di fare nuove tutte le cose: una nuova nazione, una nuova razza, una nuova civiltà e una nuova religione “, naturalmente guidata dagli iniziati a cui i profani dovranno cieca e totale sottomissione. La nuova religione, sintesi di ogni morale e ogni costume, risultato della commistione e della contraddizione di tutte, dove non vi è più distinzione tra vero e falso, tra bene e male, dove ogni principio è contraddetto e discutibile, diventa il mezzo per far si che le regole della convivenza diventino arbitrarie e cadano nella disponibilità dei potenti che possono allora modificarle a loro piacimento, introducendo una schiavitù illimitata dove non solo il corpo ma anche lo spirito, privo di ogni riferimento di verità, di bene, di giustizia diventa malleabile creta nelle mani dei dominatori. Ma la natura dell’ inganno si evince soprattutto dal crescente isolamento con misure che vanno dall’ ostracismo morale alla coercizione di tutti coloro che non accettano il nuovo ordine imposto dalla “ democrazia “. Addirittura gli iniziati coniano il termine “ civilmente incapaci “ per indicare coloro che non accettano le responsabilità che il sistema impone. Così coloro che hanno idee politiche e religiose diverse dalle loro diventano cittadini civilmente incapaci e coloro che impongono le loro idee a chi pensa diversamente da loro diventano gli individui responsabili che costruiscono la società su basi democratiche.