martedì 30 aprile 2013

PROBLEMA, REAZIONE, SOLUZIONE DI DAVID ICKE.


Questa è la struttura che il network degli illuminati ha costruito in un lungo periodo. C’è voluto molto tempo dopo i cataclismi quando c’erano molte persone sparse per tutto il mondo per raggruppare un network tribale in quelle che oggi chiamiamo nazioni. Una volta che queste tribù sono state raggruppate in stati nazionali c’è stata una centralizzazione del potere abbastanza forte per indirizzare gli avvenimenti in maniera sempre più rapida. E’ un’equazione molto semplice: più centralizzi il potere più potere hai per centralizzarlo sempre più rapidamente. Ora ci stiamo muovendo verso una fase successiva che è quella di raggruppare queste nazioni in quello che sarà un unico stato globale e la fase dopo questa è un governo mondiale che prenderà tutte le decisioni che influiranno sulla vita di tutti i paesi.
Il presente è una fase che porta verso questo progetto finale: arrivare a una società priva di contanti. Non è per aumentare l’efficienza come ci vogliono raccontare. E’ per il controllo. Se tu ad esempio entri oggi in un negozio e paghi in maniera elettronica con una carta di credito e se la passano dentro la macchinetta e dicono " no, non viene accettata la tua carta ", hai sempre l’alternativa di poter pagare in contanti. Se non ci sono banconote in circolazione ma solo moneta elettronica significherà che il rifiuto della macchina della tua carta di credito o meglio del tuo microchip, che è l’elemento centrale del progetto, significherà che tu non avrai altro modo di fare acquisti. Quindi chi programma quel computer deciderà cosa e come potrai o non potrai comprare ovunque. Questo è il vero scopo della società senza contanti.
L’esercito mondiale fa anche parte del loro progetto. L’esercito mondiale imporrà ciò che desidera il governo mondiale. Sotto questo governo mondiale loro prevedono quattro super-stati. C’è l’ Unione Europea che è un’ evoluzione del Mercato Comune. Anni fa in un libro avevo già scritto che loro avrebbero fatto il NAFTA, un accordo commerciale tra il Nord America, Sud Africa, Messico, Canada e Stati Uniti e avrebbero allargato questo NAFTA per inglobare tutto il Sud America. Un paio di mesi fa al summit sulle Americhe in Canada, al quale fra l’altro era presente Bush, tutti i leader del Nord e del Sud America decisero che entro il 2025 tutta la zona sarebbe diventata un’unica unione. L’unione pacifica si sta evolvendo dall’APEC che comprende l’Australia e l’Asia. Hanno previsto anche un’Unione Africana che si è evoluta all’organizzazione dell’Unità Africana. Devi assolutamente centralizzare il potere a livello sempre più globale per avere un controllo sempre più globale. Quello che stiamo vedendo qui è il fascismo. L’ Unione Europea è ad esempio di fatto uno stato fascista.
La popolazione microchippata è forse la parte più importante del loro progetto. Io ho sempre di più l’opinione che questa espansione sempre più rapida del controllo, della sorveglianza, l’erosione sempre più rapida delle nostre libertà fondamentali non ha nulla a che fare stranamente con l’aumento del potere di questo network ma piuttosto a che fare con un loro tentativo disperato di non perdere il potere che già hanno. Negli ultimi dieci anni ho visitato più di trenta paesi e l’idea che ci sia un risveglio globale in questo momento non è assolutamente una mia fantasia. Gli illuminati conoscono bene il mondo esoterico e questo risveglio nascosto. Loro sono perfettamente consci di quello che sta accadendo. Il progetto dei microchip è un tentativo disperato di frenare questo risveglio. Alcuni anni or sono fui invitato a conoscere un uomo negli Stati Uniti. Era uno scienziato che lavorava per la CIA. Mi disse che i microchips, quelli non conosciuti dal pubblico, quelli che stanno sviluppando nei loro programmi segreti sono ormai così piccoli che possono essere iniettati per esempio somministrando un vaccino. Disse che il motivo principale di questo non è avere una scheda elettronica che ti riguardi. Questo è solo una parte. L’obiettivo è la manipolazione dall’esterno delle tue emozioni, dei tuoi pensieri soprattutto impedire il risveglio generale che è in corso. Disse che il vero pericolo non sta nei messaggi che vengono mandati dal tuo corpo tramite il microchip ma l’opposto: le informazioni che dal computer arrivano a te. Tu diventi docile come un cagnolino o aggressivo. Comunque diventi una marionetta controllata dal microchip. Poco dopo il nostro colloquio ho trovato questo. Vi da l’idea di quanto possano essere minuscoli questi microchip. Tutto questo non è altro che la realtà prefigurata da George Orwell nel suo libro 1984. Se avesse chiamato il libro 2024 allora sarebbe stato ancora  più preciso. Noi possiamo essere microchippati solo se come popolazione lo permettiamo.
A parte le conclusioni del mio discorso nella prossima sezione c’è probabilmente la cosa più importante che devo dirvi perché c’è una tecnica che questi signori stanno utilizzando da migliaia di anni per manipolare le menti delle masse. Viene utilizzata su di noi in tutto il mondo tutti i giorni. Il motto del 33° grado del rito scozzese massonico tradotto dal latino significa ordine dal caos ed è proprio questa la tecnica di cui vi voglio parlare. Io la chiamo problema, reazione, soluzione. E’ devastante quanto è efficace questa tecnica. Una volta che voi la conoscete la potete leggere come un libro. Funziona così: tu vuoi introdurre qualcosa nella società che sia controllo, erosione delle libertà fondamentali, eccetera. E tu sai che se introduci questa cosa apertamente avrai una forte reazione contro di essa da parte dell’opinione pubblica. Così usi problema, reazione, soluzione. Questo sistema è così efficace che coloro che normalmente si opporrebbero a quello che vuoi introdurre lo accetteranno con la massima tranquillità ed anzi forse saranno loro a chiederti di introdurlo. La prima fase è che tu generi un problema: una guerra, un attacco terroristico, il crollo di un governo. E’ molto importante che in questa fase tu individui subito la persona o l’entità responsabile della creazione di questo problema. Questo lo fai molto rapidamente per nascondere il fatto che sei stato tu a provocare la guerra, il terrorismo o comunque l’avvenimento. Un esempio: quando hanno assassinato Kennedy hanno immediatamente identificato Oswald come l’assassino del presidente. L’unico modo e questo è dimostrato che Oswald avesse veramente sparato al presidente è che avesse avuto una pallottola capace di superare Kennedy, girarsi all’indietro e arrivare nella direzione opposta. Addirittura anche Comitati nominati dal Congresso hanno dovuto riconoscere decenni dopo che si era trattato di una cospirazione. Così le stesse agenzie che ci avevano raccontato che Oswald ammazzò Kennedy ci stanno oggi raccontando che Bin Laden è il responsabile delle atrocità delle torri gemelle e del pentagono. Una volta che hai creato il problema allora passi alla fase due che è la reazione da parte del pubblico. Questo è un processo molto semplice perché i mass media nel raccontare al pubblico quello che è accaduto non fanno altro che ripetere ciò che le autorità gli dicono essere successo. Se voi guardate tutti i reportage, tutte le notizie riguardanti i fatti dell’11 settembre tutto proviene da fonti ufficiali: FBI, CIA, Pentagono, Casa Bianca. Questo perché ci sono ormai pochissimi giornalisti che vogliono scoprire che cosa è veramente accaduto. Gli altri non sono altro che portavoce di organismi governativi. Una volta che tu sei riuscito a suscitare questa reazione del pubblico che si chiede che cosa faranno le autorità allora le autorità offrono su un piatto d’argento la soluzione del problema. Ecco che così utilizzando questa tecnica possono introdurre delle normative, delle leggi che mai al mondo sarebbero state accettate senza aver creato prima il problema. Vi do un esempio meraviglioso: la seconda guerra mondiale. Avete qui in cima gli illuminati. In Russia avevano un prestanome chiamato Josef Stalin all’inizio della guerra. In Gran Bretagna c’era un altro membro della linea di sangue: Winston Churchill che tra l’altro proviene dalla linea di sangue dei Marlboro, una grossa famiglia aristocratica inglese. In America c’era Franklin Delano Roosvelt, uno dei più importanti prestanome degli illuminati del ventesimo secolo. In Germania c’era il partito nazista portato al potere e creato grazie ai Cavalieri Teutonici. Vi ricordo che i Cavalieri Teutonici sono più o meno contemporanei dei Cavalieri Templari e dei Cavalieri di Malta. A livelli più alti tutte queste società segrete in realtà sono un’unica società. Poi hanno creato un finto conflitto fra tutte queste maschere di un medesimo volto: questa seconda guerra mondiale. Ovviamente un enorme problema globale, il secondo tra l’altro in pochissimi anni. Alla fine della seconda guerra mondiale dopo poco tempo le popolazioni erano esauste spiritualmente, mentalmente e fisicamente. E le popolazioni cosa hanno detto ? Non si può andare avanti così. Bisogna fare qualcosa. Cosa vogliono fare ? E la soluzione fu una enorme globalizzazione a livello politico, a livello finanziario, a tutti i livelli. E questo ha permesso agli illuminati di portare avanti ancora più rapidamente il loro progetto. All’interno della grande equazione problema, reazione, soluzione della guerra c’erano altre piccole equazioni. Molti hanno detto che l’11 settembre è stata una nuova Pearl Harbor e questo è vero. Fra le due grandi guerre prima che chiunque parlasse della possibile seconda guerra mondiale venne scoperto un documento proveniente dalla Gran Bretagna. Un membro del Congresso Americano avuto in mano chiese che cos’è questa roba ? Il titolo era Propaganda per la prossima guerra. Quale prossima guerra era l’ovvia domanda ? Era ovviamente quella che stavano già pianificando. Nel mio libro E la verità vi renderà liberi descrivo molto accuratamente questo documento ma per sintetizzarvelo diceva questo: sarà un problema per noi manipolare il popolo americano per convincerlo che dobbiamo farlo entrare in un’altra guerra mondiale con l’Europa. Ciò di cui abbiamo bisogno è che un altro paese attacchi lo stato americano. Questo creerà una reazione talmente furiosa fra gli americani che questi autorizzeranno l’invio di truppe all’estero per combattere. Non sto scherzando. Diceva che il Giappone era la nazione perfetta per questo attacco. Il 7 dicembre 1941 il Giappone attaccò Pearl Harbor con molta della flotta che non era presente e come risultato il pubblico americano ebbe una reazione così forte da dare il suo consenso all’ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Questo concetto di problema, reazione, soluzione è veramente la tecnica più importante che dobbiamo conoscere. C’è un antidoto molto semplice a questa tecnica. E’ una semplice domanda: chi ne ha vantaggio ? Chi si avvantaggia se io credo alla versione ufficiale che vogliono farmi credere ? E’ incredibile vedere che se ci poniamo questa domanda la risposta è ogni volta che il vantaggio ce l’ha sempre chi vuole centralizzare il potere. L’11 settembre è stato l’esempio più ovvio di problema, reazione, soluzione che io abbia incontrato in dodici anni di ricerche. Chi ha tratto vantaggio dall’11 settembre ? Solo un gruppo di persone. Tutti coloro che vogliono centralizzare il potere ed erodere in maniera massiccia la libertà dell’umanità. Come semplice risultato di queste atrocità oggi la CIA ha il potere di assassinare chiunque sospetti sia coinvolto nel terrorismo. Ora in America sono state create corti marziali speciali che decideranno in processi contro stranieri che loro sospettano essere terroristi. Quindi le persone che vengono arrestate vengono portate davanti a questo tribunale. Questo tribunale decide. Dà anche la pena senza che il pubblico sappia nulla di tutto ciò. Tutto a porte chiuse. Ora stanno cambiando le leggi in tutto il mondo per poter guardare dentro i nostri conti bancari, per poter leggere le nostre e-mail e vedere anche in che siti andiamo quando andiamo su internet. Per dire il livello di assurdità a cui stiamo arrivando. Quando parlavo in Nuova Zelanda un mese fa stavano introducendo nuove leggi antiterrorismo. In Nuova Zelanda. Forse io sono un po’ stupido ma non riesco proprio a capire in che modo la Nuova Zelanda sia in pericolo anche un pochino di più di quanto non lo fosse l’11 settembre.
Signore e signori il Presidente degli Stati Uniti. George Bush è stato per tre mandati presidente. In due era ufficialmente il vice di Ronald Reagan. Era fra le persone che stavano dietro Bill Clinton che ufficialmente l’aveva sconfitto nelle elezioni. E ora suo figlio è presidente. In genere i presidenti non sono neanche lontanamente vicini al vertice della piramide ma per quanto riguarda i presidenti questo signore è il più in alto che io abbia mai incontrato. Ciò che noi stiamo vedendo dell’11 settembre è ben riassunto in Alice nel paese delle meraviglie: niente sarebbe quello che è perché tutto sarebbe ciò che non è e contrariamente ciò che è non sarebbe e ciò che non sarebbe sarebbe. Avete capito ? Tutto è fumo e specchi disegnati proprio perché noi guardiamo in quella direzione mentre la verità è da quest’altra parte.